Please update your Flash Player to view content.

Filosofia

Il contadino del Tenz

Il contadino più bizzarro di tutti i tempi, vitaiolo, regista, cabarettista e soprattutto agricoltore.

In base al suo atteggiamento “ ognuno ha il diritto di fare a sua volontà” cura anche i suoi prodotti agricoli. La sua priorità é la natura e per questo motivo dà alle piante il tempo necessario di crescere e di produrre frutti. Fa riferimento all’energia propria di ogni pianta. La natura non deve essere manipolata dall’uomo ma bisogna lasciarla produrre la quantità prescritta dal corso naturale del tempo.

Il suo motto: Non è la quantità che conta, ma è la qualità prodotta che fa la differenza.

L’agricoltore del Tenz ha un rapporto speciale non soltanto con le sue mele ma soprattutto anche con i suoi clienti che provengono da luoghi vicini e lontani per comprare le sue mele. Le mele vanno tolte dall’albero e si vendono subito al cliente, non c’è bisogno di un intermediario.

Mele originarie di alberi poco trattati ispirano i clienti, avvolte un po’ frenetici, a fare una pausa per godersi il gusto unico di queste mele. Prima dell’acquisto si possono assaggiare le mele. Gratuitamente s’intende.  Il 90% dei clienti si esprimono molto contenti al riguardo della qualità dei prodotti del contadino Tenz.

Il contadino che si chiama Hubert March, segue la sua filosofia di vita e per questa ragione vende le sue mele e i suoi prodotti agricoli a clienti che condividono il suo modo di fare e di essere. Per lui è importante che la gente capisca il valore dei suoi prodotti e che apprezzino la qualità a loro venduta.